Sicurezza: dal 1° Gennaio 2013 niente autocertificazione

Dal 1° Gennaio 2013 non è più possibile autocertificare la propria azienda in materia di sicurezza ma bisogna presentare la seguente documentazione in base al D.Lgs 81/08:

 
– Corso di Rspp per datore di lavoro o viene nominato un consulente esterno;
– Corso di Addetto Antincendio;
– Corso di Addetto di Primo Soccorso;
– Corso di RLS (Rappresentante dei Lavoratori);
– Corso di Formazione ed Informazione dei Lavoratori;
– Elaborazione del Documento Valutazione Rischi;
– Elaborazione Valutazione Rischio Stress Correlato.
 
Dove richieste ( solitamente per le ditte edili ):
– Elaborazione Relazione Fonometrica;
– Elaborazione Relazione Vibrazioni.

23/11/2012
 

Redditometro: incoerente 1 famiglia su 5

Secondo una simulazione effettuata dall’Agenzia delle Entrate sul Redditometro quest’ultimo metterebbe a rischio il 20% delle famiglie (una su cinque).

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera assicura che lo strumento verrà utilizzato con la massima cautela e che gli accertamenti scatteranno solo nei casi eclatanti.

Questo non sembra tranquillizzare  famiglie, imprenditori e professionisti, tra i quali sta dilagando l’allarmismo e la notizia che oltre 4,3 milioni di famiglie sembrano risultare non coerenti, ovvero le loro spese (il loro tenore di vita) non corrispondono al reddito dichiarato, certo non le tranquillizza.

Nella maggioranza dei casi le irregolarità riguardano riguardano titolari di reddito di impresa o reddito da lavoro autonomo, ci sono poi gli affitti in nero, o dichiarati solo parzialmente e i pagamenti in nero redditi dei dipendenti.

Quando partirà, a gennaio 2013, il Redditometro andrà ad verificare la corrispondenza tra uscite (osservando 100 voci di spesa divise in 7 macro categorie) ed entrate dichiarate, a partire dall’anno d’imposta 2009. Nel caso in cui lo scostamento dovesse superare il 20% scatterebbero automaticamente i controlli.

23/11/2012

Contributo per le imprese femminili

La Camera di Commercio di Roma dà il via alle selezioni per il “Premio Idea Innovativa – La nuova imprenditorialità al femminile“, un riconoscimento alle imprese femminili della Provincia attive nel settore dell’agricoltura, artigianato, commercio, industria e servizi.

Il premio indetto dalla CCIAA di Roma si rivolge alle imprese rosa innovative sia per quanto concerne il processo produttivo, sia le caratteristiche del prodotto e del servizio offerto, come anche negli strumenti innovativi di commercializzazione e customer care.

Per le imprese femminili vincitrici è previsto un contributo in conto capitale pari al 50% delle spese ammissibili, fino a un importo massimo di 5mila euro. Gli incentivi possono essere utilizzati per coprire le spese relative all’acquisto di macchinari, attrezzature, infrastrutture di rete, iniziative di marketing e comunicazione.

Sono previsti anche aiuti per sostenere i costi del personale dipendente e per la registrazione di brevetti internazionali.

Le domande possono essere inviate entro il 31 dicembre 2012.

Il bando è pubblicato sul sito della CCIAA di Roma.

23/11/2012

Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità

Nome *
Email *